Il primo giorno di scuola

Settembre 2019

Carissimi lettori genitori e amici,

è iniziato un nuovo anno scolastico presso la scuola dell’infanzia Alba Kids! Dopo il breve riposo estivo il team è pronto ad accogliere tutti i suoi bambini, quelli che già conosce e i nuovi arrivati, con tanta gioia e grandi aspettative per l’anno che sta iniziando! 

Il primo giorno è sempre un po’ speciale, lo possiamo definire quasi “magico” e iniziatico. 

Dolci sono le immagini di forti abbracci per i bambini che hanno frequentato gli anni precedenti: “Maestra, mi sei mancata!” esclama qualcuno. Altri invece regalano un semplice sguardo di intesa che parla più di mille parole “Mi fido di voi maestre”.

La parola “inizio” ha sempre dentro di sé quell’elemento di novità che ci affascina: “Guarda, sono più alta!”, “Lo sai che non porto più il pannolino di notte?”, “Ho visto che ci sono nuovi bambini, diventeremo amici!”. 

Tutto questo non fa che alimentare aspettative le quali, come giusto che sia, devono rimanere alte, altissime. Tutte le bambine e i bambini, nuovi o vecchi, devono poter continuare o iniziare a “sperare di imparare cosa nuove” ma non come un’attitudine passiva e di sfiducia bensì tramite la libertà attiva di espressione del proprio bisogno speciale di cui tutti -nessuno escluso- siamo portatori. 

Non dimentichiamoci dei genitori, anche loro mantengono alte le aspettative, e DEVE essere così perché è risaputo che chi tiene “basse” le proprie aspettative ha una insita paura che queste non vengono realizzate, con delusione annessa. 

L’anno scolastico è lungo e impegnativo, è denso di impegni, attività, eventi e perché no, imprevisti. La scuola come istituzione non può assicurare che andrà sempre tutto alla perfezione nei minimi dettagli, non pretende di essere infallibile, MA si impegna fermamente a mantenere quella “tensione all’ottimo”, quell’attitudine pro-attiva per affrontare l’agire educativo quotidiano, con una programmazione costante e capace di affrontare gli “imprevisti educativi”

Cosa sono questi ultimi? L’ “imprevisto educativo” è tutto ciò che insegniamo e impariamo senza averlo programmato, ciò che esce fuori dalla libertà e dalla spontaneità del protagonista assoluto: la bambina e il bambino. Sono loro che orientano la programmazione a volte verso l’ignoto, forse verso i loro reali bisogni, senza che essi siano necessariamente scritti in qualche manuale. Di conseguenza impariamo tutti a metterci in gioco, a rendere flessibile e plastica la nostra mente – i bambini ci fanno da maestri! – per modificare e cambiare idea ad esempio.

Ed è allora che entrano in gioco le multi-competenze delle insegnanti, ultime non per importanza esse sono registe attente, le fondamenta che non sempre sono ben visibili. Sono le attente osservatrici ma prima ancora sono coloro che predispongono l’ambiente per renderlo un “ambiente di apprendimento”, perché tutto ciò che ci circonda è apprendimento: la sezione, il bagno, lo spogliatoio, il giardino, la cucina. 

Anche le insegnanti hanno le proprie aspettative, centrate sicuramente sugli obiettivi formativi che i propri alunni devono raggiungere ma non solo. L’aspettativa di lavorare in un ambiente sereno, in un team affiatato, una equipe multidisciplinare che si interfaccerà con diverse figure professionali. 

Ma, l’aspettativa più importante forse è proprio quella di ricevere la  Fiducia delle famiglie, intese come un’unità complementare “genitore-figlio”. Sappiamo bene che la fiducia è il fondamento per ogni tipo di relazione significativa, e quando parliamo di bambini e bambine, stiamo parlando di tesori preziosi che vengono consegnati e affidati a qualcuno che è esterno alla famiglia. 

Dunque, tempo al tempo, la scuola dell’infanzia “Alba Kids” vi accompagnerà in questa nuova avventura, rimanete connessi e “frequentate” insieme a noi questo nuovo anno scolastico e scopriremo quanto è bello crescere insieme!

Melania S.

Coordinatrice

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.